Tanzania

Lo spettacolo della natura

Situata in Africa Orientale nella regione dei Grandi Laghi, la Tanzania è uno dei paesi più vasti e variegati del continente africano. A est è bagnata dall’Oceano Indiano lungo i suoi 800 km di costa, che si estendono verso le rinomate spiagge dell’Arcipelago di Zanzibar. Il Monte Kilimanjaro, la vetta più alta dell’Africa, si trova in una regione montuosa coperta da folte foreste, nella parte nord-orientale del Paese. Più a ovest il Cratere di Ngorongoro, la più grande caldera vulcanica intatta del mondo, troneggia sulle pianure erbose del

Serengeti National Park, dove ogni anno ha luogo la “Grande Migrazione” di quasi due milioni tra gnu, zebre, gazzelle di Thomson e altre antilopi. I tre laghi più grandi dell’Africa si trovano parzialmente in Tanzania: il Lago Vittoria, il Lago Niassa e il Lago Tanganica, che è anche il lago più profondo del continente. Da lungo tempo la Tanzania ha attratto famosi cacciatori, esploratori e conservazionisti: la Selous Game Reserve, la più grande di tutta l’Africa, prende il nome dal celebre cacciatore ed esploratore Sir Frederick Selous, mentre il Gombe National Park deve la sua notorietà alla Dott.ssa Jane Goodall e ai suoi autorevoli studi sugli scimpanzé del parco. Alla biodiversità della Tanzania si affianca una varietà culturale che comprende 120 diverse tribù: dagli iconici pastori Maasai della Rift Valley ai cacciatori-raccoglitori Hadzabe del Lago Eyasi fino agli Swahili della costa, influenzati dalla cultura araba. Con un mosaico così ricco di culture, di meraviglie naturali e di aree protette, che coprono quasi il 40% del territorio e comprendono 16 parchi nazionali, la Tanzania continua a essere la meta più ambita per un perfetto safari africano.

Luoghi e meraviglie

plus less

Arcipelago di Zanzibar

Formato da Zanzibar, Pemba, Mafia e da diverse altre isole più piccole ed esclusive vicino alla costa della Tanzania, l’Arcipelago di Zanzibar offre un’affascinante combinazione di spiagge bordate di palme, acque turchesi, barriere coralline incontaminate e cultura Swahili. Conosciuta come "l'Isola delle Spezie" e antica porta d’accesso dell’Africa Orientale, Zanzibar è un paradiso tropicale ricco di storia e cultura, come testimoniano gli antichi edifici della capitale Stone Town. È la meta perfetta per chi desidera una spiaggia dove rilassarsi dopo un safari.

Ngorongoro Conservation Area

Un tempo un vulcano gigantesco alto come il Monte Kilimanjaro, il Cratere di Ngorongoro è oggi la più grande caldera intatta del mondo. Questo anfiteatro naturale ospita un ecosistema unico, in cui vivono circa 25.000 mammiferi tra cui elefanti dalle grandi zanne, rinoceronti neri e una delle più alte concentrazioni di leoni in Africa. Il Cratere di Ngorongoro è la principale attrazione di un’area protetta di 8.300 km² che si estende su vaste pianure, altopiani coperti di foreste e picchi vulcanici, ed include il sito archeologico della Gola di Olduvai.

Parchi del Sud

Lontano dal più popolare circuito di safari nel nord del Paese, il Ruaha National Park e la Selous Game Reserve sono due delle più straordinarie aree naturali della Tanzania. Ruaha è il parco nazionale più grande della Tanzania, noto per la sua biodiversità, gli scenari spettacolari e le numerose popolazioni di elefanti e leoni. Selous, che prende il nome dall'esploratore inglese Sir Frederick Selous, è la più grande area naturale protetta dell’Africa. Come Ruaha, è la destinazione perfetta per i safari a piedi. Da non perdere le escursioni in barca sul Fiume Rufiji.

Parchi Occidentali

Lungo 673 km e profondo fino a 1.470 mt, il Lago Tanganica è il più lungo e il secondo più profondo al mondo. Situati lungo le sue rive ai confini con la giungla, i parchi nazionali di Gombe e di Mahale ospitano alcune delle ultime popolazioni di scimpanzé selvatici dell’Africa, che è possibile osservare durante escursioni a piedi. Gombe deve la sua fama alla Dott.ssa Jane Goodall e alla sua rivoluzionaria ricerca sugli scimpanzé. Più a est, Katavi è uno dei parchi più remoti della Tanzania, in cui vivono numerosi elefanti, bufali, ippopotami e coccodrilli.

Serengeti National Park

Il Serengeti è il più antico parco nazionale in Tanzania e una delle più celebri aree naturali al mondo. Il parco, che appartiene all’ecosistema del Serengeti-Mara, si distingue per una straordinaria diversità di habitat, una grande concentrazione di felini e uno degli spettacoli naturali più affascinanti del pianeta: la "Grande Migrazione". Ogni anno circa 2 milioni di erbivori, prevalentemente gnu, migrano all’interno del parco seguendo le piogge in cerca di pascoli verdi. Assistere a questo epico viaggio è un’esperienza indimenticabile.

Steppe Maasai

Le Steppe Maasai sono una regione semi-arida di praterie, paludi stagionali e antiche montagne di granito che si estendono da Arusha al Lago Manyara. L’area ospita villaggi Maasai e il loro bestiame, nonché una ricca fauna che si muove liberamente tra due parchi nazionali. Nel paesaggio costellato di baobab del Tarangire National Park si incontrano grandi branchi di elefanti, mentre il Lake Manyara National Park, su cui domina la scarpata della Rift Valley, è celebre per i suoi leoni che si arrampicano sugli alberi e per gli stormi di fenicotteri.