Born to be wild

Lower Zambezi National Park (Zambia)

Un safari in fly-camp lungo il Fiume Zambesi, in uno dei parchi più remoti e selvaggi dell’Africa Australe, per ritornare alle origini, catturare l’essenza della natura e diventarne parte.
Dove

Nel cuore del Lower Zambezi National Park.

Itinerario

4 o 5 giorni, di cui 3 giorni nel campo base tendato e 1 o 2 giorni nei fly-camp sul Fiume Zambesi.

Sistemazione

Il campo tendato base si trova nella Rufunsa Valley, ai piedi della scarpata della valle dello Zambesi, ed è dotato di 4 tende con bagno lond drop, doccia bucket e veranda privati. I fly-camp sono situati su Kulefu Island e Buffalo Island, due isole sul Fiume Zambesi, e sono dotati di 4 tende in rete tipo “mosi”, con letti rialzati e due bagni condivisi.

Attività

Game drive in veicoli 4×4 scoperti anche notturni, safari a piedi, in barca e in canoa, pesca.

Wildlife

La scarpata sul confine settentrionale del parco funge da barriera fisica per la fauna, che si concentra nel fondovalle. Lungo le rive e sulle isole del Fiume Zambesi si radunano grandi branchi di elefanti e bufali, zebre e numerose specie di antilopi, mentre nelle acque del fiume vivono ippopotami, coccodrilli e tigerfish. Tra i predatori è presente un buon numero di leoni e leopardi, e una piccola popolazione di licaoni. Nel parco sono state identificate circa 400 specie di uccelli.

Quando

Durante la stagione secca, da maggio a ottobre.

Perchè

Lo stile semplice, autentico e la privacy dei campi, che ospitano un massimo di 8 persone e possono essere prenotati anche su base privata. L’unicità della posizione dei fly-camp, su due isole nel Fiume Zambesi, e dell’esperienza che offrono. Il Lower Zambezi National Park è remoto, incontaminato e ancora poco conosciuto. Il parco è un paradiso per le attività acquatiche, in particolare canoa e pesca, e per i safari a piedi.