Il safari di Roberto, Anna e Marina

La nostra Africa

Tre aggettivi per il tuo viaggio:

Emozionante, coinvolgente, vitale.

L'emozione più grande:

L’incontro con i Boscimani: camminare con loro nel Kalahari ci ha fatto scoprire un nuovo modo di guardare e vivere la terra, ritornando all’essenza delle cose e ritrovandosi profondamente legati con un semplice scambio di sguardi e sorrisi.

Un avvistamento speciale:

Un serval, con il suo manto maculato e il suo sguardo fulminante. Ma anche un piccolo suricato che, come punto di vedetta, ha scelto le nostre teste. Non ci volevamo più separare. E come dimenticarsi di quell’elefante che nella notte è venuto a farci visita a Machaba Camp: noi seduti nella veranda della nostra tenda, incantati ed emozionati come bambini, e lui immenso davanti a noi, illuminato dalla luna piena, con le sue zanne rivolte verso il cielo.

Un panorama mozzafiato:

Il tramonto sul Delta dell’Okavango che ti riempie di gratitudine e dolcezza. L’alba nel Kalahari che irrompe nel cielo, squarciando la notte con i suoi colori di fuoco. La luna piena e rossa che sale all’orizzonte sulla via di casa. Il cielo stellato nelle notti senza luna, o quello blu nelle giornate di sole, punteggiato di nuvole bianche, così vicino che sembra di toccarlo con un dito.

L'insegnamento più grande:

L’Africa spalanca i sensi e senza rendertene conto, ti porta ad essere in totale apertura ed ascolto, dentro e fuori. Crea un nuovo spazio dentro di te, che si riempie di energia e ti trasforma. Abbiamo imparato che rallentare rende consapevoli, e la consapevolezza rende liberi.

Una paura che hai superato:

Di fare quelle scelte, quei cambiamenti di vita che, come un viaggio, sono simili a salti nel vuoto.

Una cosa piccola:

La musica dei grilli, delle rane e degli altri animali che cullano le notti africane e anticipano l’alba.

La tua guida:

Non una, ma ben quattro guide che ci hanno accompagnato, passo dopo passo, nel cuore dell’Africa: Bone, Albert, Kobs e Joel. Tutti diversi, ma ugualmente attenti, preparati e desiderosi di condividere la loro passione per la natura e per la loro terra. Scoprire le meraviglie del Botswana attraverso i loro occhi, le loro parole e i loro sorrisi è stata una fortuna e un grande privilegio.

Una cosa che rifaresti:

Camminare con i Boscimani nel deserto e guardare il tramonto in compagnia dei suricati. Sederci intorno al fuoco nel Delta dell’Okavango, ascoltando i canti e i racconti delle donne di Xugana Island Lodge.

Il campo preferito e perché:

Camp Kalahari: tende meravigliose sospese nel deserto, e la sensazione di trovarsi al centro della terra. Xugana Island Lodge: costruito su un’isola nel cuore del Delta dell’Okavango, dove tutto è lento, calmo e pieno di pace.

Africa, prima e dopo il viaggio:

Prima: un sogno ricorrente e una voce che chiama. Dopo: l’Africa cura, rigenera e trasforma. Amplifica i sensi e le emozioni. Arricchisce l’anima. Il mal d’Africa ti coglie ancor prima di lasciarla e, quando torni a casa, Lei continua a trasmetterti amore ed energia.

Il safari di Roberto, Anna e Marina

  • Destinazione: Botswana
  • Durata: 8 giorni
  • Partecipanti: famiglia di 3 persone
  • Periodo: marzo - aprile
  • Itinerario: Makgadikgadi Pans (2 giorni), Delta dell'Okavango (4 giorni), Chobe National Park (2 giorni)