Zimbabwe

Nella “grande casa di pietra”

Stretto tra il Fiume Zambesi a nord e il Fiume Limpopo a sud, lo Zimbabwe è un Paese senza sbocchi sul mare, che confina con Botswana, Zambia, Mozambico e Sudafrica. La parte centrale del Paese è occupata da un altopiano caratterizzato da savane, foreste tropicali e rilievi montuosi. All’estremità nord-occidentale dello Zimbabwe il Fiume Zambesi forma le famose Cascate Vittoria, una delle “Sette Meraviglie del Mondo” e una delle più grandi e spettacolari cascate del pianeta.

Poco più a sud si trova il Hwange National Park, il più grande degli otto parchi nazionali, il cui habitat desertico tipico del Kalahari ospita alcune delle più numerose popolazioni di leoni ed elefanti del Paese. A nord-est il Fiume Zambesi prosegue il suo corso lungo il confine tra lo Zimbabwe e lo Zambia e alimenta il Lago Kariba, il più grande bacino artificiale del mondo, noto per le sue acque pescose e per la ricca fauna che abita le sue sponde meridionali, protette nel Matusadona National Park. Più a est, lungo lo Zambesi, si estende il Mana Pools National Park, unico per i safari in canoa sul fiume e per quelli a piedi lungo le sue sponde, dove è possibile camminare tra gli animali anche senza guida. Nella remota regione sud-orientale, il Gonarezhou National Park è celebre per i suoi paesaggi spettacolari e ospita una delle ultime popolazioni di elefanti dalle grandi zanne in Africa. Alle meraviglie naturali si aggiungono le testimonianze di civiltà millenarie come le rovine del Grande Zimbabwe e le pitture rupestri di Matobo Hills, facendo dello Zimbabwe una delle destinazioni più varie e interessanti in Africa, apprezzata da un turismo in crescita anche grazie a una situazione economica e sociale sempre più stabile.

Luoghi e meraviglie

plus less

Cascate Vittoria

Livingstone, che scoprì le Cascate Vittoria nel 1855, una volta disse: “viste così meravigliose devono essere state contemplate dagli angeli in volo”. Conosciute come "il Fumo che Tuona", queste maestose cascate sono larghe circa 1.700 mt, alte fino a 108 mt e hanno una portata media di oltre 1.000 m³/s. L'area di Victoria Falls è la destinazione perfetta per attività adrenaliniche come rafting, bungee jumping e voli panoramici in ultraleggero. Inoltre il Victoria Falls National Park e lo Zambezi National Park sono ideali per un primo safari in Zimbabwe.

Gonarezhou National Park

Al confine sud-orientale del Paese, il Gonarezhou National Park è parte del Great Limpopo Transfrontier Park, un'area protetta in cui gli animali possono spostarsi liberamente tra Sudafrica, Mozambico e Zimbabwe. Secondo nel Paese per dimensioni, il parco è noto per i Chilojo Cliffs, giganteschi rilievi di arenaria rossa, e per le foreste di mogano, lebombo e acacia albida. "Luogo dei molti elefanti" in lingua Shona, Gonarezhou ospita circa 130 specie di mammiferi – tra cui leoni, leopardi e ghepardi – e oltre 500 specie di uccelli.

Hwange National Park

Il Hwange National Park si trova nella regione nord-occidentale dello Zimbabwe, al confine con il Botswana. Una volta riserva di caccia del Re Mkilikazi, Hwange è stato istituito nel 1928 e oggi è il parco nazionale più grande del Paese. La ricchezza e la diversità degli habitat, della fauna e della flora di Hwange non ha eguali in altri parchi del Paese. Il parco è noto per i grandi branchi di elefanti che si riuniscono intorno alle pozze d’acqua artificiali, per la numerosa popolazione di leoni e ghepardi, nonché per il rinomato programma di conservazione dei licaoni.

Il Lago Kariba e il Matusadona National Park

Kariba è il più grande lago artificiale del mondo ed è stato creato con la costruzione della diga di Kariba, iniziata nel 1958 e completata nel 1964. Durante questo periodo il conservazionista Rupert Fothergill e il suo team hanno condotto la leggendaria "Operazione Noah", salvando oltre 6.000 animali dalle acque del lago e trasferendoli nel Matusadona National Park. Situato sulle sponde meridionali del Lago Kariba, il parco include diversi habitat e ospita grandi branchi di elefanti, rinoceronti neri, bufali, ippopotami, leoni e ghepardi.

Mana Pools National Park

Istituito nel 1963 e Patrimonio dell’Unesco dal 1984, il Mana Pools National Park si estende per 2.196 km² lungo il tratto più basso del Fiume Zambesi. Mana significa "quattro" in lingua Shona, in riferimento alle quattro grandi pozze d'acqua formate dallo Zambesi nel cuore del parco. Mana Pools ospita numerose specie di grandi mammiferi e oltre 350 specie di uccelli. Il parco è unico per i suoi elefanti "arrampicatori", per l'atmosfera incantata lungo le sponde del fiume e per gli incredibili safari in canoa e a piedi, questi ultimi anche senza una guida.